Home Articoli Igiene in allevamento– Parte II Lally

Igiene in allevamento– Parte II Lally

0

 

Nel primo articolo ci eravamo lasciati con questa massima:

“E’ MEGLIO PULIRE SENZA DISINFETTARE, CHE DISINFETTARE SENZA PULIRE”

Una disinfezione idonea non può essere efficace senza una efficace pulizia preliminare.

Per pulire bene, in modo accurato, bisogna tenere conto dei seguenti fattori:

Sporco: scegliere il detergente in base al tipo di sporco, in allevamento è molto più probabile che questo sia sporco organico, acido, talvolta grasso, percui la scelta è un detergente sgrassante con PH alcalino

Acqua: bisogna considerare anche la durezza dell’acqua in quanto se il contenuto di calcio e magnesio è elevato molto probabilmente porterà alla formazione di biofilm e renderà meno efficaci i detergenti, infatti il calcare è alcalino e deve essere rimosso con prodotti acidi.

Strumenti di pulizia: utilizzare attrezzature specifiche per ogni ambiente.

Ambienti: la pulizia sarà molto più efficace se la superficie è liscia e uniforme, il detergente ovviamente non dovrà essere corrosivo per la superficie dei materiali.

Temperatura: i detergenti sono generalmente efficaci con acqua calda (circa 60°), se la temperatura è più bassa il detergente agisce più lentamente, mentre se è troppo calda rischia di essere inefficace.

Azione meccanica: questa è caratterizzata dalla pressione dell’operatore

Concentrazione: i detergenti devono essere utilizzati nelle giuste quantità, seguire quanto indicato sulla confezione.

Tempo di contatto: per essere sicuri di ottenere il migliore effetto attenersi alle indicazioni del produttore, se lo sporco aderisce tenacemente lasciare agire di più.

La presenza di materiale organico residuo derivante da pulizia insufficiente o inappropriata renderà meno efficace la disinfezione, se si pensa di aver finito ma lo sporco è visibile ancora, sarebbe opportuno ricominciare.

In caso contrario la disinfezione è destinata a fallire.

Come ultimo punto ricordiamo di risciacquare bene, abbondantemente con acqua pulita in modo da eliminare le ultime tracce di sporcizia e residui detergenti.

La disinfezione è l’azione chimica o fisica che uccide i germi come batteri, virus e parassiti da superfici inerti.

Esistono diversi fattori fisici che possono contribuire a migliorare la disinfezione come la temperatura, la luce (i raggi solari hanno un certo potere disinfettante, quindi un rivestimento chiaro di pareti e pavimento riflettendo la luce, può amplificare il potere disinfettante della luce solare) e soprattutto l’assenza di umidità.

Ma ora vediamo come scegliere il detergente ed usarlo correttamente.

Attenzione: non esiste un prodotto miracoloso, i disinfettanti non uccidono tutti i tipi di germi, ogni disinfettante ha un range d’azione e bisognerebbe sceglierlo in relazione all’agente infettante che circola in allevamento.

PRODOTTI A BASE DI CLORO

Candeggina (ipoclorito di sodio)

Diluita 1:30 e lasciata agire per 1 ora è attiva contro la maggior parte dei germi (anche parvovirus), diulire slo prima dell’uso e non esporla alla luce, risciacquare e far asciugare le superfici prima di introdurre gli animali in quanto è irritante

COMPOSTI DELL’AMMONIO QUATERNARIO

Lysoform

Possono essere usati sia come detergenti che come disinfettanti, attivi a PH alcalino, stabili, biodegradabili, necessitano di risciacquo, non attivi contro il parvovirus ma attivi contro giardia e coccidi.

OLII ESSENZIALI

Terpeni, canfora, eucalipto

Repellenti per insetti, ma con spettro ristretto, impiegati per una disinfezione di routine e aerea.

AGENTI CHIMICI

Virkon

Pulizia e disinfezione con un’unica soluzione, non tossico, non corrosivo, biodegradabile, attivo contro la quasi totalità dei germi in circa 15 minuti (no giardia, no coccidi) , rimane stabile per 5 giorni una volta preparato, attivo anche in presenza di materiale organico

ALCOOL

Efficace solo per il tempo in cui rimane a contatto con l’ambiente, evaporazione rapida, non attivo contro le spore batteriche, inattivo in presenza di materiale organico o se diluito

Tutte queste indicazioni valgono sia per la pulizia dell’allevamento ma anche e soprattutto per la casa in quanto tutti noi amiamo dormire e stare appiccicati al nostro ciccione e quindi l’igiene sta alla base di tutto. 

Lally

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here