Home Articoli Te lo racconto io il Bulldog: Io e John. Daniela Davis

Te lo racconto io il Bulldog: Io e John. Daniela Davis

0

Ricordo ancora le Domeniche passate al canile municipale della mia città con mio papà… Portare un po’ di cibo e un po’ di coccole a quei poveri cagnolini sfortunati mi faceva stare bene!

Io un cane l’ho sempre desiderato ma la mamma non voleva perché i cani in casa sporcano, puzzano e non va bene! Quel sogno però non l’ho mai abbandonato e finalmente nel 2012 è diventato realtà… L’avventura è cominciata il 6 Dicembre! Un regalo inaspettato, il più bel regalo del mondo!

Tu, un batuffolo bianco e marrone con un fiocco rosso al collo che mi guarda tutto agitato perché in braccio a me non ci vuole stare, vuole scendere ad annusare in giro, a fare le sue pisciatine per mettere subito in chiaro chi comanda! Sono emozionatissima e felicissima! Questa pallina di pelo senza naso e a cui mio marito ha già dato un nome è mia… Lui è John, Il bullo più bullo e testardo del mondo! Un terremoto su quattro zampe(corte) che corre e spisciazza per tutta casa, che rosicchia tutto ciò che gli capita a tiro, che non ha nessuna intenzione di avere un padrone! Bullo dentro proprio!

Ma dietro questo cagnolino cicciotto col pelo sullo stomaco c’è un passato, seppur breve, di sofferenza!

Il mio ragazzone arriva dall’Ungheria, ha pochi mesi (dalle visite veterinarie mi dicono circa 4) è sottopeso e ha viaggiato su uno di quei tir lager diretto in Italia per essere poi venduto a “buon prezzo”… Il tir su cui viaggia però viene sequestrato e i cuccioli che trasporta dati in adozione! Così che i nostri destini si sono incrociati… Un ragazzo che ha eseguito il sequestro, contatta mio marito e gli chiede se vuole adottare un bulldog inglese… Lui non ci pensa un attimo e da lì parte la nostra storia…

Se dicessi che è stato subito amore folle e che è stato subito tutto fantastico direi una bugia! Il primo anno è stata durissima perché hai avuto un sacco di problemi sia di salute che comportamentali… Una forte bronchite,una gastrointerite che ti ha quasi ucciso e altri mille problemi…Ammetto che ero sconfortata e un sacco di volte ho avuto paura di perderti…

Hai un carattere dominante ma allo stesso tempo fragile, insicuro e con mille paure che mi ha dato non pochi problemi… Mi sono dovuta armare di pazienza e tanto tanto amore, ho dovuto venirti incontro e cercare di aiutarti per rassicurarti e farti capire che di me ti potevi fidare…  É stata dura, tanto dura, ho pianto tanto e sono arrivata a pensare di non essere in grado di gestire un bulldog ma non riuscivo ad immaginare la mia vita senza di te e ho tenuto duro! Beh… Ho vinto io!

Col tempo hai imparato a fidarti di me e ad amarmi come io amo te e siamo riusciti a cominciare davvero la nostra vita insieme!

Ora sei un ragazzone in forze e sei diventato bellissimo! Sei un bullo dal cuore di panna! Sei dolce e pacioccone e sei il cane più tonto e buono del mondo! Mi sei stato vicino nei momenti belli e in quelli brutti e continui a farlo ogni giorno! So che su di te posso sempre contare e so che tu non mi tradirai mai… Riesci a farmi ridere con le tue facce buffe anche quando non ne ho voglia e riesci a strapparmi un sorriso anche nei momenti più bui e difficili…

Quando mi hanno detto che non potrò mai avere un figlio io ho pensato che un figlio ce l’ho, solo che ha 4 zampe invece che 2… Per me sei il mio bambino, il mio amico più grande, il mio tutto! Abbiamo passato insieme ogni momento dal 2012 ad oggi e non ci siamo separati mai perché noi siamo una cosa sola!

Avere un cane è bellissimo! Avere un bulldog è il top…

Ti adotterei altre mille volte testone del mio cuore! Eri destinato a me e io lo ero a te! Mi hai cambiato la vita e te ne sarò grata per sempre ciccione senza denti e senza naso! Grazie di tutto amore mio!

I love you John

Daniela Davis

 

D.C