Home Malattie parassitarie Introduzione ai disturbi digestivi dei cani- malattie infettive- parte seconda

Introduzione ai disturbi digestivi dei cani- malattie infettive- parte seconda

0

Il processo di digestione inizia quando il tuo animale prende il cibo con la bocca e inizia a masticare. È facile per gli organismi patogeni e altri “invasori” entrare nel tubo digerente attraverso la bocca, il cane e il suo sistema digerente sono soggetti a infezioni da batteri, virus, parassiti e altri organismi.

 Queste infezioni si diffondono in vari modi, ma le più comuni sono per contatto diretto o per contaminazione del cibo o dell’acqua dalle feci.

Le persone e gli animali hanno tutti dei determinati microrganismi intestinali che si trovano all’interno del tratto digestivo – più comunemente nell’intestino – e che si stabiliscono entro poche ore dalla nascita. La flora intestinale sono effettivamente benefiche, ( microbiota) in alcuni casi favoriscono la digestione e in altri aiutano a prevenire l’infezione. Tuttavia, a volte le infezioni si verificano quando questi organismi, normalmente presenti in piccoli numeri, si moltiplicano improvvisamente. Ciò può verificarsi dopo un periodo di stress, in condizioni non igieniche, o in un animale il cui sistema immunitario è indebolito.

La diagnosi di una specifica malattia infettiva dipende dalla ricerca e dall’identificazione dell’organismo sospettato di provocare la malattia. Questo può richiedere uno o più campioni fecali, che saranno sottoposti a un laboratorio diagnostico.

I parassiti sono una causa frequente di disturbi del tratto digestivo negli animali. Molte specie di parassiti possono infettare il tubo digerente e causare malattie. I cicli vitali di alcuni parassiti sono diretti, il che significa che esiste un solo ospite. Le uova e le larve vengono passate nelle feci, si trasformano in una fase infettiva e vengono mangiate dal cane. Nessun altro animale o organismo è necessario per completare il ciclo vitale. Altri parassiti hanno cicli di vita complessi che coinvolgono un ospite intermedio, come un insetto. In questa situazione, l’infezione si acquisisce quando l’ospite intermedio trasmette al cane il parassita ( es. Flebotomi ospite intermedio del parassita ).

La misura in cui un parassita colpisce un animale dipende dal parassita stesso, così come dalla resistenza, dall’età, dalla nutrizione e dalla salute generale dell’animale stesso.

I parassiti possono causare gravi malattie o semplicemente causare un indebolimento generale del cane. Alcuni di questi parassiti infettano anche gli esseri umani. Poiché i segni dell’infezione da parassiti sono simili a quelli osservati in altre malattie, la diagnosi dipende dalla conoscenza da parte del veterinario dei cicli stagionali di infezione parassitaria, nonché dall’esame delle feci per l’evidenza di uova o larve di parassita. In alcuni casi, gli esami del sangue possono essere utilizzati anche per rilevare la presenza di parassiti.

virusParvovirus canino, coronavirus canino, rotavirus canino, astrovirus canino

batteriSpecie di Salmonella , Yersinia enterocolitica, Campylobacter jejuni, Clostridium, Mycobacterium , Shigella ,Brachyspira , Escherichia coli
ProtozoiIsospora specie, Sarcocystisspecie, Besnoitia specie,Hammondia specie,Toxoplasma specie, Giardiaspecie, Trichomonas specie,Entamoeba histolytica, coli Balantidium, Cryptosporidiumspecie, Neospora specie
RickettsiaeNeorickettsia helminthoeca(intossicazione da salmone)
FungoHistoplasma capsulatum,specie Aspergillus , Candida albicans , phycomycetes
AlgheSpecie prototheca

Parassiti gastrointestinali dei cani

Nome comune (nome scientifico)Quanto contrattasegniControllo e prevenzione
Verme esofageo ( Spirocerca lupi  )I cani mangiano l’ospite intermedio (scarabeo stercorario) o l’ospite di trasporto (polli, rettili, roditori)La maggior parte non mostra segni. Quando presenti, i segni includono perdita di peso, tosse e problemi respiratori.Quando è grave, il cane ha difficoltà a deglutire e può vomitare ripetutamente dopo aver provato a mangiare.Occasionalmente, la morte per rottura dell’aorta danneggiata dai vermi.Diagnosticato mediante esame fecale microscopico, endoscopia e radiografie.Nelle aree in cui il verme è comune (Stati Uniti meridionali, tropici), ai cani deve essere impedito di mangiare scarafaggi, rane, topi, lucertole o altri piccoli animali e non si nutrono di avanzi di pollo crudi.
Anticworms ( Ancylostoma caninum, A. braziliense, Uncinaria stenocephala )Mangiare larve infettive, trasmissione durante l’allattamento o penetrazione diretta della pelleA. caninum -Anemia che può essere fatale e scarsa crescita dei cuccioli; nei casi più gravi diarrea con feci scure e catramose.Spesso nessun segno, in particolare con altre infezioni da anchilostoma.Diagnosticato mediante esame fecale microscopico.I cuccioli dovrebbero essere sverminati in più occasioni nei primi 3 mesi di vita. Alcuni controlli mensili di filaria controllano anche i nematodi. Le aree abitative per cani in stato di gravidanza e cuccioli dovrebbero essere prive di contaminazioni e pulite regolarmente.
Roundworms ( Toxocara canis, Toxascaris leonina )T. canis passò comunemente dalla madre ai cuccioli attraverso la placenta.Acquisito anche durante l’allattamento.Entrambi i parassiti acquisiti per ingestione di uova o ospiti di trasporto.Spesso nessun segno. Diarrea, scarsa crescita o addome gonfio e gonfio; i vermi possono essere passati con le feci o vomitare. Il più delle volte diagnosticato mediante esame fecale microscopico.I cuccioli dovrebbero essere sverminati in più occasioni, durante i primi 6 mesi di vita. Le madri devono essere trattate prima del parto per ridurre la trasmissione ai cuccioli.Preventivi di filaria mensile prevengono anche l’infezione da nematodi.
Verme dello stomaco ( specie di Physaloptera )I cani mangiano ospiti (scarafaggi, scarafaggi, grilli, topi, rane)Infiammazione dello stomaco, che può provocare vomito, perdita di appetito e scure feci. In infezioni pesanti, anemia e perdita di peso. Il più delle volte diagnosticato quando vermi interi si trovano nel vomito, in genere senza segni.Diversi farmaci dal vostro veterinario possono essere utilizzati per trattare l’infezione.
Tenie (cestodi)Mangiare animali da preda infetti o pulciLa maggior parte delle infezioni ha pochi segni. Può verificarsi uno scarso assorbimento di cibo o diarrea. Il più delle volte viene diagnosticata osservando i segmenti nelle feci o nell’area perianale del cane.Il controllo richiede farmaci per trattare la tenia e impedire l’accesso agli animali da preda, in modo che il cane non venga reinfettato.Anche il controllo delle pulci è importante.
Threadworm ( Strongyloides stercoralis )La fase infettiva nell’ambiente penetra nella pelle o viene ingerita;anche passato attraverso il latte maternoSpesso nessun segno. Diarrea striata di sangue, specialmente con clima caldo e umido; ridotto tasso di crescita e perdita di peso.Nei casi più gravi, febbre e respiro superficiale.Diagnosticato mediante esame fecale microscopico.Isolamento di animali malati;lavaggio accurato delle aree di vita degli animali domestici. La malattia è più grave negli animali con un sistema immunitario indebolito. Sono disponibili diversi farmaci per eliminare il parassita.
Whipworms ( Trichuris vulpis)Capannone in feci; diventare infettivo in 4 a 8 settimane.Le uova infettive vengono mangiate dai cani.Nessun segno è visto in infezione leggera;l’infezione pesante produce perdita di peso e diarrea. Il sangue fresco può essere visto nelle feci e potrebbe essere presente anemia.Diagnosticato mediante esame fecale microscopico.Le uova sono sensibili all’asciugamento, quindi mantenere la pulizia ed eliminare le aree umide può aiutare a ridurre la probabilità di infezione. Un numero di farmaci sono disponibili per il trattamento e la 

Malattie non infettive

Molte malattie dell’apparato digerente non sono causate da organismi infettivi. Le loro cause includono l’eccesso di cibo, il cibo scadente o indigeribile, le sostanze chimiche, l’ostruzione causata dalla deglutizione di corpi estranei o il danneggiamento dell’apparato digerente. La malattia del sistema digerente può anche essere causata da carenze enzimatiche, danni al tratto digestivo (come da ulcere gastriche o infiammazione) o difetti alla nascita. I sintomi di un disturbo dell’apparato digerente come vomito e diarrea possono anche verificarsi a causa di altre malattie di altri organi come il rene, il fegato o la malattia delle ghiandole surrenali. Le cause sono incerte in diverse malattie. In malattie non infettive del tratto digestivo, di solito solo un singolo organo è interessato; le eccezioni si verificano in malattie associate all’assunzione eccessiva di cibo o ai veleni.

Panoramica del trattamento dei disturbi del sistema digestivo

L’eliminazione della causa della malattia è l’obiettivo primario del trattamento veterinario;tuttavia, una parte importante del trattamento è spesso diretta ai segni della malattia e ha lo scopo di alleviare il dolore, correggere le anomalie e consentire la guarigione.

L’eliminazione della causa della malattia può coinvolgere farmaci che uccidono batteri o parassiti, antidoti per veleni o interventi chirurgici per correggere difetti o spostamenti.

L’uso di farmaci per correggere la diarrea o la stitichezza è fatto a seconda del caso specifico. Sebbene tali farmaci possano sembrare una scelta logica, non sono utili in ogni situazione. Ad esempio, la diarrea può effettivamente essere un meccanismo di difesa per l’animale, aiutandolo ad eliminare gli organismi nocivi e le loro tossine. Inoltre, i farmaci disponibili potrebbero non dare sempre risultati coerenti.

Somministrazione di liquidi ed elettroliti (sali) è necessaria nei casi in cui l’animale sia a rischio di disidratazione, ad esempio da vomito o diarrea eccessivi.

Il sollievo dalla distensione (gonfiore) da parte dello stomaco con la chirurgia può essere necessario se il tubo digerente è ostruito, attorcigliato o gonfiato con gas, liquidi o cibo.

Talvolta viene fornito un antidolorifico.Tuttavia, un cane a cui viene somministrata una medicina per il dolore deve essere guardato attentamente per assicurarsi che il sollievo dal dolore non stia mascherando una condizione che invece sta peggiorando.

Trattamento e controllo delle malattie infettive

Le malattie batteriche e parassitarie del sistema digerente sono spesso trattate con farmaci progettati per uccidere gli organismi infettivi. Gli antibiotici (farmaci efficaci contro i batteri) vengono comunemente somministrati, sebbene la loro efficacia nel trattamento della malattia del sistema digestivo sia ancora incerta. In realtà, le overdose o l’uso prolungato di antibiotici possono essere dannosi per il tratto digestivo. Gli antibiotici possono essere somministrati per iniezione quando la setticemia (intossicazione del sangue) è evidente o probabile. Il veterinario prenderà la decisione se prescrivere farmaci antibatterici in base alla sospetta malattia, alla probabilità di benefici, ai risultati precedenti e al costo del trattamento.

I progressi nella comprensione dei cicli vitali dei parassiti, insieme alla scoperta di efficaci farmaci antiparassitari, hanno reso possibile il successo del trattamento e del controllo dei parassiti gastrointestinali. La risposta al trattamento è in genere rapida e un trattamento singolo è spesso tutto ciò che è necessario a meno che non si verifichi la reinfezione o il danno causato dai parassiti sia particolarmente grave.

Il controllo delle malattie dell’apparato digerente e dei parassiti dipende dalla pratica di buona igiene. Ciò è ottenuto principalmente fornendo uno spazio adeguato per il vostro cane e mediante la pulizia regolare delle sue aree. Inoltre, un’alimentazione e un alloggio adeguati ridurranno al minimo lo stress per il cane e lo aiuteranno a rimanere in salute. Infine, una vaccinazione appropriata può aiutare a prevenire alcune malattie digestive, come il parvovirus canino.

Fonti

DVM, MS, DACVIM, Dipartimento di Medicina Clinica Veterinaria, College of Veterinary Medicine, Università dell’Illinois a Urbana-Champaign

SHARE