Home Enciclopedia Una nuova vita insieme

Una nuova vita insieme

0

 

Una nuova vita insieme 

La prima volta che un cucciolo entra in casa è un momento memorabile: tutto è nuovo per lui, odori, suoni e voci, ambienti e forme diversi da ciò che era per lui conosciuto e rassicurante. Per il piccolo lasciare il suo allevamento, le persone che conosce e che fino ad ora si sono occupate di tutti i suoi bisogni, costituirà un cambiamento non facile. Deve rinunciare alla mamma, ai fratelli e a tutti i compagni con cui ha giocato allegramente fino a questo momento. Per questo motivo non devi sgridarlo se qualche volta piangerà; non è abituato alla solitudine.Al contrario, rassicuralo e confortalo con la tua presenza, vedrai che in poco tempo si sentirà al sicuro e protetto.

I primi giorni che il piccolo bulldog trascorrerà nella nuova casa sono importantissimi , poiché condizioneranno i suoi comportamenti futuri. Presentagli la casa in un momento tranquillo e lascia che esplori liberamente ogni stanza, per soddisfare la sua curiosità, ma non essere insistente. Al contrario,  asseconda i suoi ritmi  senza forzarlo; alcuni cuccioli sono più timorosi e ci impiegano più tempo a sentirsi a loro agio, in altri invece prevale l’intraprendenza e l’interesse verso le novità. Ogni cucciolo ha un carattere diverso; se il tuo piccolo mostra timore, non cercare di acellerare  i tempi, lascia che sia lui a mostrare interesse alla perlustrazione di nuovi ambienti, nei tempi e nei modi che desidera.

 

prepara per lui una comoda vasca od un lettino, che troverai in commercio con facilità in ogni negozio di animali , con un bel cuscino caldo e morbido. Se ne vuoi uno tutto dedicato a lui, ti consigliamo di visionare il sito ManuKrea, o di contattare direttamente ManuelaChicco su Facebook, ne crea di bellissimi e personalizzati. Posizionala in un posto tranquillo, lontano da correnti d’aria; sarà per il cucciolo un confortevole rifugio, un posto dove sentirsi sicuro e a suo agio. Prepara una ciotola per l’acqua, che deve essere sempre a disposizione , fresca e pulita ). Ricordati una cosa molto importante; un cucciolo è come un bambino piccolo, ha ritmi simili e quindi dorme moltissimo: quando riposa non disturbarlo accarezzandolo o prendendolo in braccio anche se la tentazione è travolgente con quel musetto dolcissimo, tutto pieno di rughe. Ti accorgerai ben presto che il tuo cucciolo ha dei ritmi naturali che si adatteranno ai tuoi ed ai quali tu dovrai abituarti.

La convivenza con un bulldog è certamente fonte di arricchimento personale, ma necessita di piccoli compromessi. Dovrai fare i conti con i suoi orari, le sue necessità, il suo carattere, dovrai lasciargli alcune libertà e fissare alcuni limiti.Insegnare ad piccolo bulldog una buona educazione è un percorso che dovrai compiere con pazienza e dedizione.

Il bulldog è un cane  estremamente intelligente, ma molto opportunista ed infinitamente testardo. Questo significa che, diversamente da altre razze, il bulldog non ama obbedire al padrone mentre adora fare ciò che gli piace. Per  questo per farsi obbedire, occorre trovare un modo che renda il comando a lui gradito: cioè bisogna fargli credere che ciò che gli stiamo chiedendo è ciò che a lui piace fare.  Diciamo che ottenere l’obbedienza con il bulldog è un po’ più difficile rispetto ad altre razze, proprio perché è tanto furbo e dotato di un temperamento durissimo da dissuadere.

Aspettatevi che i primi giorni insieme siano carichi  di emozioni e colmi di cambiamenti dei vostri ritmi. Diciamo che il piccolo appena arrivato porterà sicuramente un bel po’ di “movimento”. Potrà succedere che il cucciolo, disorientato dai cambiamenti possa  piangere, sporcare ovunque e mangiare poco. L’atteggiamento di tutti i componenti della nuova famiglia deve essere regolato dalla coerenza; ad esempio: se al cucciolo non sarà consentito salire sul divano ( perché mai?) o sul letto, occorre impedirglielo da subito. Nessun componente della famiglia deve permetterlo, altrimenti il piccolo farà confusione e non riuscirà a capire cosa è consentito e cosa no.

 

SHARE