Home Articoli Diagnosi prenatale e trattamento di anasarca fetale.

Diagnosi prenatale e trattamento di anasarca fetale.

0
 Un rapporto di una bulldog inglese di 3 anni che ha dato alla luce i cuccioli con anasarca è stato pubblicato nel Pakistan Veterinary Journal nel 2014. Il rapporto scritto dalla dott.ssa Costanza Bini et al.ha rivelato che, dopo aver monitorato la gravidanza del Bulldog tramite ultrasuoni regolari, si è stati in grado di rilevare una massa insolita di uno dei tre cuccioli della Bulldog. Ma dopo aver eseguito un taglio cesareo al 55° giorno di gravidanza, hanno scoperto che due cuccioli di Bulldog presentavano diversi gradi di edema sottocutaneo. Sfortunatamente, il primo  cucciolo che tirarono fuori era morto. Il secondo cucciolo, un Bulldog maschio, soffriva di un lieve Anasarca e fortunatamente sopravvisse dopo aver eseguito una serie di trattamenti. Il terzo Bulldog era un cucciolo normale e sano.
Ph. Siegert
Questa la traduzione.

Cunto, M.Zambelli, D. Castagnetti, Carolina Linta, N Bini, Costanza. (2015). Diagnosis and Treatment of Foetal Anasarca in Two English Bulldog Puppies. Pakistan Veterinary Journal. 35. 251-253.

Questo caso fornisce la prima descrizione di un feto anasarca , dalla diagnosi prenatale alla terapia neonatale, in due Bulldog inglese cuccioli. L’ anasarca ha colpito 2 cuccioli su 3 della stessa cucciolata. La fattrice  era un primipara di 3 anni ed è stata monitorata mediante ultrasonografia durante la gravidanza. La diagnosi di anasarca fetale è stata eseguita al giorno 53. Il cucciolo più gravemente colpito era una femmina, che mostrava edema sottocutaneo e fluido nelle cavità toracica e addominale. L’altro cucciolo affetto era un maschio, che mostrava edema sottocutaneo, ma nessun liquido nelle cavità toracica e addominale. Alla nascita, il cucciolo femmina non ha risposto alla rianimazione, mentre il cucciolo maschio  è stato trattato con successo con furosemide post-rianimazione e completamente recuperato entro 36 ore. Il terzo cucciolo era una femmina sana. Due settimane dopo la nascita, il cucciolo era sano, era più leggero rispetto al suo fratello. In conclusione, ecografia durante il monitoraggio di gravidanza di routine permette una  diagnosi precoce di anasarca fetale, almeno nei casi più gravi. La diagnosi prenatale può essere utile per pianificare il parto cesareo o per consentire un adeguato trattamento il prima possibile., il prima possibile.

INTRODUZIONE

Il feto anasarca, conosciuto anche come l’edema congenito o idrope fetale, è caratterizato da un eccessivo accumulo di fluidi per via sottocutanea , con o senza effusioni viscerali. I cuccioli affetti, denominati  anche “water puppy ” o “cuccioli di tricheco”, sono solitamente di più grandi dimensioni ed in  genere causano distocia. Una maggiore prevalenza di questa patologia è riconosciuta in alcune razze specifiche, come Bulldog inglesi e  francesi e carlinii. La condizione può riguardare tutta la cucciolata od una parte limitata  di cuccioli ed è solitamente associata ad un alto tasso di mortalità neonatale. La somministrazione di diuretici  è segnalata come il trattamento medico principale per l’anasarca fetale (Hopper et al, 2004;. Hoskins, 2008) L’obiettivo di questa ricerca è quello di descrivere due casi di  anasarca della medesima  cucciolata, dalla diagnosi al trattamento neonatale e follow-up. La diagnosi prenatale è stata eseguita ecograficamente sul cucciolo più gravemente colpito, mentre per il secondo la diagnosi è stata effettuata  alla nascita e trattato con successo.

Presentazione del caso: è stata monitorata la prima gravidanza di una femmina di bulldog di 3 anni. La diagnosi ecografica transrettale della gravidanza è stata effettuata sul diestrus usando una sonda convessa 5-8 MHzSono stati rilevati tre sacchi gestazionali, uno situato nell’utero destro e due situati nella sinistra. Dopo la prima valutazione, la cagna è stata sottoposta ad un monitoraggio ecografico settimanale fino al momento del parto cesareo programmato (giorno 55). Nel giorno 50, il feto situato nel corno uterino destro appariva più grande degli altri e veniva diagnosticato l’anasarca fetale. Il feto affetto ha mostrato un accumulo di liquido sottocutaneo, che è apparso come uno strato ipoecogeno che separa la pelle dai tessuti sottostanti.  Il giorno 54, il feto affetto ha anche mostrato marcato versamento pleurico, con fluido anecoico che circonda il cuore, mentre i polmoni apparivano piccoli e retratti dalla parete toracica a causa dell’accumulo di liquidi. Non è stato rilevato alcun distacco peritoneale. Gli altri due feti sembravano ultrasonograficamente normali. Il parto cesareo programmato è stata eseguito il giorno 55, sulla base del livello di progesterone sierico (6,30 ng / ml). Due cuccioli su 3 hanno mostrato diversi gradi di edema sottocutaneo all’apparenza grossolana. Il feto femmina precedentemente diagnosticato come  anasarca è stato consegnato per primo; L’intero corpo dei polmoni e la toracentesi sono stati tentati per raggiungere l’espansione polmonare, ma erano inefficaci. Edema sottocutaneo, versamento pleurico e peritoneale sono stati trovati all’esame autoptico. Il secondo cucciolo era un maschio, che era lievemente colpito dall’anasarca. L’edema sottocutaneo coinvolgeva principalmente la testa. E ‘stato rianimato con successo, anche se il suo punteggio di Apgar era 0. ( IL PUNTEGGIO DI APGAR E’ UN INDICE DI BENESSERE CODIFICATO, NDR ) Il cucciolo è stato trattato con una singola somministrazione di furosemide i.m. (10 mg di dose totale – Lasix, Sanofi), che ha avuto come conseguenza la perdita di   30 g  di peso entro 2 ore. Durante le sue prime 8 ore di vita, è stato stimolato a urinare e defecare ogni 30 minuti, con l’aiuto di un batuffolo di cotone umido. Il terzo cucciolo era una femmina sana con un punteggio di Apgar di 5. I due cuccioli superstiti sono stati inizialmente tenuti in un incubatore neonatale (32,2 ° C, ossigeno 3 LPM) e monitorati per 36 ore. Durante le prime 12 ore sono stati nutriti usando un tubo di alimentazione oro-gastrico da 10 Fr, poiché non hanno dimostrato il riflesso della suzione. Trentasei ore dopo la nascita furono completamente dimessi. Si raccomandava al proprietario di monitorare il peso dei cuccioli nei giorni seguenti; Due settimane dopo la dimissione erano entrambi sani, ma il maschio era più piccolo della femmina nata sana.

DISCUSSIONE:

l’ anasarca è una patologia congenite che dipende  da uno squilibrio nella omeostasi dei fluidi fetali (Lumbers et al., 2001), tuttavia l’eziologia precisa di edema congenita è sconosciuta. Le malformazioni cardiache sono considerate tra le cause più comuni di idrope fetale nei cani, ma in molti casi, come riportato nel presente rapporto nessuna causa apparente è stata identificata(Buchanan 2001, Heng et al.)

Sono state notate tendenze familiari e si suppone un ruolo genetico (Allen et al., 1989, Hopper et al., 2004).

Sono state riportate anche cause infettive e traumatiche (Veronesi, 2013).

Né  il feto al quale fu diagnosticato, prima della nascita l’anasarca, né  quello con patologia meno grave della cucciolata hanno mostrato malformazioni cardiache  o altre malformazioni o alterazioni morfologiche all’esame degli ultrasuoni, nè all’esame autoptico in quello eseguito, che possano spiegare la presenza di edema sottocutaneo o pleurico, con accumulo di liquidi. La cagna era una primipara, e questo si può considerare un importante fattore di rischio, poichè l’anasarca  si presenta più frequentemente nelle cucciolate di cagne primipare, (Hopper et al., 2004).

A conoscenza dell’autore, questo è il primo rapporto che documenta due casi dalla diagnosi prenatale al trattamento neonatale all’interno della stessa cucciolata. La diagnosi è stata fatta al  giorno53, perché era stata precedentemente rilevata con gli esami a ultrasuoni, mostrati settimanalmente . Inoltre, solo uno dei 3 feti sembra essere stato colpito al 53esimo giorno, mentre il secondo è risultato essere affetto alla nascita, al giorno 55. Questi risultati suggeriscono che la sindrome si è sviluppata tardi in gravidanza, durante gli ultimi giorni di gravidanza. Ladri et al. (1971) hanno dichiarato che il cucciolo edematoso è spesso l’unico occupante di un corno uterino. Nel nostro caso, il feto più gravemente colpito era l’unico occupante del corno destro.L’ecografia ha fornito diagnosi di   accumulo di liquidi pleurici sottocutanei ad alto rischio nei feti più gravemente colpiti, risultati confermati all’esame post-mortem. Il liquido peritoneale, identificato a livello di necroscopia, non era ecograficamente evidente; Ciò potrebbe essere dovuto all’elevata cellularità del liquido addominale libero (Allen et al., 1989). Il trattamento medico raccomandato per i cuccioli di anasarca comporta la somministrazione di furosemide (10 mg, dose totale, per via intramuscolare); se è necessario, l’iniezione può essere ripetuta ogni giorno successivo, con 30-45 g anche suicuccioli sani (Hoskins, 2008). Il cucciolo trattato ha richiesto una singola somministrazione di diuretico, che ha consentito la perdita di liquidi in eccesso entro 2 ore. Un trattamento precoce, insieme alla terapia di supporto, ha permesso il completo recupero del cucciolo affetto.

CONCLUSIONI: Esame ecografico durante il monitoraggio di gravidanza di routine e diagnosi precoce di anasarca fetale, almeno nei casi più gravi. La diagnosi prenatale può essere utile per il futuro, il prima possibile. Infatti, un trattamento precoce, insieme alla terapia di supporto, ha dimostrato di consentire il completo recupero del cucciolo lievemente colpito.
Dott.M.Cunto
Dott.D.Zambelli
Dott.ssa C.Castagnetti
Dott.ssa C.Bini
RIFERIMENTI:
Allen WE, GCW Inghilterra e KB bianco, idrope fetale 1989. diagnosticata con ecografia in tempo reale in una cagna Bichon Frise. J Small Anim Pract, 30: 465-467. Buchanan JV, 2001. Patogenesi dell’arteria coronaria destra singola e stenosi polmonare in bulldog inglese. J Vet Intern Med, 15: 101-104 Heng HG, Randall E, K Williams e C Johnson, 2011. Qual è la tua diagnosi? Hydrops fetalis J Am Vet Med Assoc, 239: 51-52. Hopper BJ, JL Richardson e NV Lester, 2004. Risoluzione prenatale spontanea dell’idrope canina fetale diagnosticata con ultrasuoni. J Small Anim Pract, 45: 2-8. Hoskins JD, 2008. Emergenza in neonatologia. Atti del Congresso Internazionale SCIVAC. Rimini, Italia, 30 maggio-1 giugno 2008, pp: 255-266. Ladds PW, SM Dennis e HW Leipold, 1971. Edema letale congenito nei cuccioli di Bulldog. J Am Vet Med Assoc, 159: 81-86. Lumbers ER, AJ Gunn, DY Zhang, JJ Wu, Maxwell L e L Bennet, 2001. idrope fetale non immune e attivazione del sistema renina-angiotensina dopo-asfissia pretermine pecora fetale. Am Phys Regul Integr Comp Physiol, 280: 1045-1051. Veronesi TM Panzani S, M e A Faustini Rota, 2009. Un sistema di punteggio Apgar per la valutazione di routine del neonato redditività cucciolo e prognosi sopravvivenza a breve termine. Theriogenology, 72: 401-407. Veronesi MC, Patologia Neonatale.
Link diretto alla pubblicazione.
Ph.C.Siegert